Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Inaugurata sede SPI CGIL a via Marchisio con Carla Cantone PDF Stampa E-mail

Con un’iniziativa bella e partecipata lo SPI CGIL Roma Sud-Pomezia-Castelli ha inaugurato a Roma, alla presenza di Carla Cantone, la nuova sede di via Marchisio 259. Il pomeriggio è stato aperto dalla banda, che  ha creato subito un clima festoso, incuriosendo i passanti e gli abitanti del quartiere. A prendere per prima la parola e a fare gli onori di casa Rosa Carbone, Segretaria generale dello SPI del Comprensorio, che ha fortemente voluto e si è impegnata a fondo per l’apertura di questa sede: “In un quartiere così grande e popoloso mancava una sede della CGIL, e questo non lo potevamo permettere. In un momento di crisi e difficoltà ci siamo impegnati per acquistare questi locali per poter essere presenti e vicini ai pensionati e ai lavoratori”. Un risultato importante frutto del lavoro delle Leghe SPI, che Rosa Carbone ha ringraziato per l’enorme attività che compiono sul territorio con una menzione speciale alla X Lega che si occuperà della sede di via Marchisio. “Un grazie di cuore anche allo SPI nazionale, che ci ha sostenuto nell’acquisto della sede, allo SPI Regionale, alla CGIL Roma e Lazio e alla nostra Camera del Lavoro”, ha concluso Rosa Carbone prima di passare la parola al segretario della X Lega che ha consegnato la tessera a Carla Cantone. Infatti la Segretaria generale dello SPI abita poco distante e fa proprio parte della Lega Tuscolana.

 

“Ora avrò un motivo in più per passare di qui, perché ci sarà una sede dello SPI CGIL – ha esordito Carla Cantone che è sempre presente alle iniziative territoriali dello SPI, accanto ai pensionati e alla gente – Da oggi ci sarà sempre qualcuno dello SPI che potrà dare risposte ed aiutare i pensionati e i cittadini della zona. Momenti di incontro come questo sono importanti, perché ci scambiamo emozioni ed esperienze. Siete voi militanti che rendete la Cgil una cosa meravigliosa. Abbiamo bisogno che voi, i vostri amici, i conoscenti, i figli frequentino il sindacato. Portate allo SPI anche i giovani! Noi siamo la categoria che ha più contatti con le nuove generazioni che cercano la nostra saggezza, la nostra disponibilità”.

A festeggiare l’inaugurazione anche Teti Croci, Segretaria SPI Roma e Lazio, che ha preso l'impegno di sostenere il Comprensorio per l'acquisto di una nuova sede a Ciampino.

Grande soddisfazione è stata espressa da Giuseppe Cappucci, Segretario generale CdLT Roma Sud-Pomezia-Castelli, che ha sottolineato l’importanza di investire per lasciare qualcosa di concreto e di essere presenti sul territorio in questo momento importante per il rinnovo dell’amministrazione dei Municipi e del Comune di Roma.

Il Segretario della CGIL regionale, Claudio Di Berardino, a sua volta ha rimarcato la centralità delle sedi, “simbolo d’identità e presenza sui territori, per continuare la missione del sindacato di mettere insieme le persone e offrire loro una prospettiva”.

La sede di via Marchisio già da domani sarà operativa, con la presenza di CAAF, INCA, SUNIA e FEDERCONSUMATORI.

Questa inaugurazione ha un forte valore simbolico, ci dice che la CGIl c’è ed è forte. Ma l’apertura di una nuova sede ha sempre e soprattutto un valore pratico, significa essere più vicini alle persone, poter offrire sempre migliori e più servizi ai pensionati, ai lavoratori, ai cittadini. Significa creare una casa comune, un luogo di incontro e confronto fondamentale in un momento in cui si vive una forte impoverimento sociale nel Paese e la mancanza di occasioni di aggregazione.

 

23-05-2013