Primo piano

Disagi insostenibili per la stazione di Santa Palomba

Continuano ad essere insostenibili i disagi generati dalla grave situazione in cui versa la stazione di Santa Palomba. I lavoratori pendolari ed i viaggiatori costretti a percorrere quella tratta ferroviaria, da sempre super affollata e strutturalmente ...

Leggi tutto...

Un appello e una grande manifestazione per difendere il lavoro e la democrazia

“Uno schiaffo alla democrazia”, così la CGIL ha definito il decreto correttivo dei conti pubblici, la cosiddetta manovrina, che di fatto reintrodurrebbe i ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

In occasione della visita di sorveglianza sanitaria prevista per la mansione di addetto ai VDT sono stato dichiarato inidoneo. Che succede ora? PDF Stampa E-mail

Il datore di lavoro, ove possibile, adibisce il lavoratore ad altra mansione compatibile con il suo stato di salute (art.42 comma 1 D.lgs.81/09)
Avverso i giudizi del medico competente è ammesso ricorso, entro 30 giorni, dalla data di comunicazione del giudizio medesimo, all’organo di vigilanza territorialmente competente che dispone, dopo eventuali ulteriori accertamenti, la conferma, la modifica o la revoca del giudizio stresso (art41 comma 9 D.lgs.81/08).

 
Può il datore di lavoro sottoporre il lavoratore ad una visita al fine di accertare l’idoneità lavorativa alla mansione? PDF Stampa E-mail

Sì se il lavoratore rientra nell’obbligo delle visite periodiche ed il medico competente lo ritiene opportuno.
No, nelle altre condizioni, essendo espressamente vietato dalla legge 300/70 (Statuto dei lavoratori). L’art. 5 della stessa legge dice che l’idoneità in questi casi può essere valutata solo da un’apposita commissione.

 
Può il datore di lavoro inviare il lavoratore ad un centro medico esterno per effettuare la sorveglianza sanitaria? PDF Stampa E-mail

Sì. E’ il datore di lavoro che sceglie il medico competente tra i medici con i requisiti previsti di specializzazione. Tra queste scelte ci può essere quella di un medico competente operante presso un centro medico esterno. Tra gli obblighi dei lavoratori è ben chiarito che il lavoratore non può astenersi dal controllo sanitario previsto concordando le opportune garanzie per quanto attiene orari e modalità di effettuazione di tali obblighi.

 
Chi é soggetto alla sorveglianza sanitaria? PDF Stampa E-mail

Tutti coloro sottoposti a rischi lavorativi che prevedono sorveglianza sanitaria (VDT, rumore, cancerogeni, rischio biologico, chimico, movimentazione dei carichi, etc.). Possono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria anche quei lavoratori che ritengono di essere sottoposti a rischi non previsti se il medico competente concorda sulla stessa.