Piano di Zona G6: stupisce il no alle stabilizzazioni da parte del Comune di Montelanico Stampa

Avevamo appreso con favore dell'approvazione della convenzione riguardante il Piano di Zona G6. Riscontravamo infatti l'impegno da parte dei Comuni nel risolvere il dibattito interno e per creare le condizioni del mantenimento dei servizi.

Vista la durata della convenzione e la sua natura temporanea, avevamo accolto con favore anche l'indicazione del mantenimento in servizio per il personale attualmente impiegato.

Da tempo la Fp Cgil ha richiesto un impegno da parte dei Comuni coinvolti al fine di stabilizzare il personale precario che da 15 anni si occupa del Piano di Zona. La convenzione stipulata non prevede la stabilizzazione richiesta ma permette l'apertura di un confronto finalizzato a creare le migliori condizioni.

Ci meraviglia pertanto la reazione dell'amministrazione di Montelanico, non solo per i toni del suo comunicato ma soprattutto per la contrarietà alla stabilizzazione del personale che, in tutti questi anni, dopo diversi concorsi pubblici, ha contribuito alla qualità dei servizi del Piano di Zona. Crediamo che sia dunque urgente attivare un tavolo sindacale per discutere seriamente la questione.

 

Comunicato stampa Fp Cgil Sud Pomezia Castelli

27-11-2015