Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

MANIFESTAZIONE 20 OTTOBRE. IL LAVORO PRIMA DI TUTTO PDF Stampa E-mail

Il lavoro è la priorità assoluta. La politica deve tornare a occuparsi di un Paese che non ce la fa più. Con la manifestazione del 20 ottobre a piazza San Giovanni a Roma la CGIL vuole avviare un nuovo percorso, una stagione di rottura con il liberismo.

Leggi tutto...
 
Montebovi Industria di Lanuvio. Dopo la quiete torna l'agitazione PDF Stampa E-mail

L’incontro di ieri pomeriggio doveva servire a verificare l’opportunità e l’eventuale gestione della Cassa Integrazione Ordinaria per i lavoratori della Montebovi.

Leggi tutto...
 
Operai incatenati alla Cecconi di Ardea. Moranti (Flai): “Lavoratori rischiano di rimanere senza garanzie” PDF Stampa E-mail

Ancora agitazione e ricorso a gesti estremi alla Cecconi. di Ardea, dove l’azienda ha avviato il licenziamento per tutti i 42 dipendenti. Oggi il clima si è ulteriormente esacerbato a causa della presenza di alcuni rappresentati dell’azienda e 5 lavoratori si sono incatenati ai cancelli, mentre altri sono saliti sul tetto delle prima palazzina.

 “La preoccupazione dei lavoratori che sono tutt’ora a disposizione dell’azienda è che lo stabilimento venga chiuso immediatamente e che vengano portati via merci e macchinari” dichiara Gianfranco Moranti, segretario della Fla Cgil Roma Sud-Pomezia-Castelli, presente alla Cecconi mentre la protesta è in corso. “Ricordiamo che ai dipendenti, fra tfr e stipendi arretrati, devono essere ancora pagati in totale più di un milione di euro. I lavoratori temono di restare senza garanzie, ora possiamo solo aspettare l’incontro in Regione Lazio fissato per il 4 ottobre, per parlare di ammortizzatori sociali”.

 

 

25-09-2012

 
SOTTOSCRIZIONE A PREMI "PIAZZA BELLA PIAZZA". Biglietti estratti PDF Stampa E-mail

1° PREMIO AUTOMOBILE CITROEN C1
Biglietto D 0766

 

Leggi tutto...
 
Cecconi. 13 settembre sciopero e presidio davanti Federlazio PDF Stampa E-mail

“A due giorni dalla sospensione dello sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici del salumificio CECCONI di Ardea, l’azienda non ha ripreso l’attività lavorativa invitando i responsabili del sito a non aprire le serrande e lasciando i dipendenti nel piazzale - questo è quanto affermano i Segretari Generali della Flai-Cgil Pomezia Castelli Moranti Gianfranco e della Uila-Uil Roma e Provincia Persiani Massimo.

Leggi tutto...
 
Cinecittà occupata. Cappucci "si rischiano posti di lavoro e il futuro degli Studios" PDF Stampa E-mail

“Siamo qui insieme ai lavoratori di Cinecittà che stanno protestando contro il piano di dismissione industriale presentato dalla holding capitanata da Luigi Abete”, dichiara Giuseppe Cappucci, Segretario Generale della CGIL di Roma Sud.Pomezia-Castelli, presente all’occupazione degli Studios romani.

Leggi tutto...
 
La CdLT aderisce a Libera PDF Stampa E-mail

La CdLT CGIL Roma Sud-Pomezia-Castelli aderisce a Libera, l’Associazione di Don Ciotti nata nel 1995 per promuovere la lotta alle mafie. I principi di legalità e giustizia sono da sempre fondamento del sindacato e di questa Camera del Lavoro che trova quindi nell’adesione a Libera una scelta naturale. La lotta alle mafie passa anche attraverso la tutela del lavoro, un lavoro sicuro, regolare e tutelato, che non lasci spazio allo sfruttamento, al caporalato, alla corruzione, a sistemi di potere che vedono nel lavoro una merce di scambio. Per questo la CdLT rinnova ancora una volta il suo impegno al fianco dei lavoratori e della società civile contro ogni forma di illegalità.

 

 
16 GIUGNO MANIFESTAZIONE UNITARIA PDF Stampa E-mail

Sabato  16 giugno Cgil, Cisl e Uil in piazza a Roma per crescita, welfare e per cambiare il fisco. La manifestazione partirà alle ore 10.30 da Piazza della Repubblica e arriverà a Piazza del Popolo dove si terranno i comizi conclusivi dei tre Segretari Generali Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.

Leggi tutto...
 
Incidenti sul lavoro. Alla MISA di Pomezia addetto alla manutenzione ferito precipitando da tetto capannone PDF Stampa E-mail

Nel tardo pomeriggio presso lo stabilimento MISA Refrigerazione di Pomezia, azienda di 75 dipendenti operante nel settore della refrigerazione industriale, un operaio addetto alla manutenzione è precipitato da un tetto di uno dei capannoni, in circostanze ancora da chiarire. “L'ennesimo incidente che solo per fortunate coincidenze non si conclude in modo drammatico. Le condizioni dell'operaio sono comunque serie anche se non sembra, secondo le prime notizie, versare in pericolo di vita - spiega Fabio Filippi, Segretario generale della FIOM CGIL di Roma Sud-Pomezia-Castell - Singolare e quasi beffardo il fatto che l'incidente sembra sia avvenuto durante una delle verifiche che l'azienda è tenuta ad effettuare sulle condizioni di salute ambientale nello svolgimento dell'attività. Una questione, quella della sicurezza, sempre di drammatica attualità soprattutto in un periodo nel quale la crisi morde e con essa aumentano le situazioni a rischio." La necessità di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori è sottolineata da Ciuseppe Cappucci, Segretario generale della CdLT Roma Sud-Pomezia-Castelli: “Dopo aver tenuto la drammatica conta degli operai morti durante il terremoto in Emilia, ci troviamo ancora una volta a parlare di un grave incidente sul lavoro, l’ennesimo nel nostro territorio. Sembra che a niente siano servite le norme varate sulla sicurezza e i continui richiami del sindacato affinché datori di lavoro e autorità preposte ai controlli assicurino la salute e l’incolumità dei lavoratori. Gli incidenti sul lavoro non sono tragiche casualità, non possiamo né dobbiamo accettare che a un lavoratore non sia garantito il diritto alla sicurezza”. 4-06-2012

 
Manifestazione del 2 giugno rimandata al 16. Sabato i sindacati nelle zone del sisma PDF Stampa E-mail

Dopo il terremoto di domenica scorsa e quello di ieri (29 maggio), che ha devastato l’Emilia e in particolare la zona del modenese, CGIL, CISL e UIL annunciano che la manifestazione proclamata inizialmente per il 2 giugno sui temi del lavoro, del fisco, della crescita e del welfare sarà rinviata a sabato 16 giugno.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 19