Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

ROMA NON SI VENDE! Corteo il 5 maggio PDF Stampa E-mail

La Cgil di Roma e Lazio aderisce alle mobilitazioni e al corteo, previsto per Sabato 5 Maggio a Roma, per fermare la vendita di ACEA, il progetto di holding e il fallimentare bilancio di Alemanno. In difesa dell'acqua e dei servizi pubblici locali, per i diritti dei lavoratori e la democrazia. La manifestazione partirà da Piazza Vittorio alle ore 15,00.

Il segretario generale della Cgil di Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, ha illustrato le motivazioni che hanno spinto il sindacato a scendere in campo a fianco di movimenti, associazioni e partiti del centro sinistra. «Questo bilancio punisce i più deboli e continua ad aiutare i forti e gli speculatori». Il 5 maggio sarà solo una prima tappa di protesta e non la conclusione di un percorso, «siamo a un punto di svolta: o questo sindaco e la giunta affrontano questi temi oppure si facciano da parte» ha detto Di Berardino.

La Cgil sarà una delle forze centrali della mobilitazione contro le politiche del Comune di Roma.Le richieste di cambiamento sono profonde: «il bilancio così com'è non deve passare, perché non risponde a nessuna emergenza in città e non farebbe che alimentare le tensioni sociali». E’ necessario mettere in primo piano, dopo tanto tempo, il tema dell’occupazione.