Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Un Paese diverso, che esiste già PDF Stampa E-mail
 

E' quello che vediamo nell’immagine pubblicata di seguito, bambini e ragazzi italiani, nati qui in Italia, a cui il X Municipio di Roma, ha voluto simbolicamente riconoscere una condizione di fatto: il loro essere cittadini italiani, figli di genitori migranti, di diversa nazionalità. Il Municipio ha consegnato loro, con una cerimonia semplice ed anche per questo, emozionante, una Civil Card, una tessera che viene conferita a ragazzi e ragazze residenti a Roma ma figli di persone con un’altra cittadinanza.

 

 

“Il nostro Municipio prosegue nella sua opera di riconoscimento dei diritti civili e di cittadinanza a chi oggi se li vede ingiustamente negare” ha dichiarato il presidente Sandro Medici durante l’iniziativa, che rientra nelle molte che si stanno susseguendo a favore dell’ampliamento dei diritti di cittadinanza. Una questione, questa, cara alla Cgil che è fra i promotori della campagna L’Italia sono anch’io e ha portato avanti una raccolta firme per due leggi di iniziativa popolare sui diritti di cittadinanza che sul nostro territorio ha raggiunto buonissimi risultati. La CdLT Roma Sud-Pomezia-Castelli si è attivata per sensibilizzare l’opinione pubblica e far sì che il tema della cittadinanza fosse al centro dell'attenzione e della riflessione della società civile e delle forze politiche. Questo impegno sta dando i suoi frutti e piccoli passi sono stati compiuti da istituzioni locali come il X Municipio, appunto, e Velletri, dove verrà presentata in Consiglio comunale una mozione per il conferimento della cittadinanza onoraria per i figli di stranieri nati nel comune. Azioni che rispondono alle esigenze registrate e poste durante la raccolta delle firme, che ha contribuito alla creazione di un clima che anticipa e rende possibile una nuova legge sulla cittadinanza.

“Ciò che chiediamo è una legge più attuale, che risponda ai bisogni e alla fisionomia dell’Italia di oggi, un'Italia che è già colorata e multiculturale – ha dichiarato durante l'iniziativa del X Municipio Fioralba Giordani, della Segreteria della CdLT Roma Sud-Pomezia-Castelli - Una legge che si fondi su un nuovo concetto di cittadinanza che non si eredita per diritto di sangue ma si acquisisce nascendo e vivendo qui. L’accoglienza e l’inclusione sono le migliori risposte alle problematiche e alle necessità che nascono dalla convivenza fra persone di origini diverse, sono un investimento per il futuro. I bambini che nascono e vivono qui sono il nostro futuro, sono un presente che già c’è, come dimostrato dai tanti ragazzi e dalle loro famiglie che erano presenti oggi. Questi bambini si sentono e sono italiani, è ora che le istituzioni li riconoscano come tali”.

 

19-07-2012