Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Attivo unitario FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTRASPORTI. “Non si può accettare una logica di tagli lineari senza un piano per la Sanità” PDF Stampa E-mail

Il 10 novembre si è svolto l’Attivo unitario di FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTRASPORTI con tutti i delegati degli appalti delle pulizie, ausiliarato e centri di prenotazione degli Ospedali del Lazio.

La grandissima partecipazione dei delegati  ha testimoniato ancora una volta che, sebbene ci siano problematiche diverse nei vari territori, il grido dei lavoratori è unanime: “Basta Spending Review, basta tagli indiscriminati”.

 

 

Ricordiamo che i lavoratori di questi comparti, dichiarano le OO.SS., hanno già subito negli anni continui tagli cha hanno peggiorato i servizi per gli utenti e le condizioni dei lavoratori: “Meno ore, meno salario e maggiori carichi di lavoro”.

Per questi  motivi  non si può accettare una logica di tagli lineari prevista dalla Legge 125 (cosiddetta Spending Review) senza un piano generale sulla Sanità del Lazio che parta dalla quantità e qualità dei servizi da offrire ai degenti negli Ospedali e non da una corsa, già vista e deleteria, di tagli alla spesa!

Anche per questo non si possono lasciare i singoli Ospedali, le singole Asl e/o le singole Aziende a trovare a trovare soluzioni estemporanee e/o occasionali.

Le Confederazioni regionali di CGIL CISL e UIL, unitamente alle OO.SS. di categoria FILCAMS, FISASCAT e UILTRASPORTI, hanno già inviato una richiesta di incontro al Presidente Zingaretti che ad oggi non ha avuto riscontro.

In mancanza di riscontro da parte della Regione Lazio, considerando l’impossibilità di rinviare questa vertenza, è stata avviata la procedura di raffreddamento e indetto lo stato di agitazione di tutti i lavoratori del settore del Lazio, le OO.SS. di categoria proclamano, congiuntamente e all’unanimità con i delegati presenti all’Attivo, una giornata di mobilitazione generale con manifestazione e presidio sotto la Regione da effettuarsi entro il mese di Novembre.

 

FILCAMS CGIL
Roma Lazio

FISASCAT CISL
Roma Capitale e Rieti

UILTRASPORTI
Roma Lazio

 

12-11-2015