Primo piano

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

" Pomezia: Quali idee e risorse per uno sviluppo industriale sostenibile" - 13 febbraio Hotel Enea

Martedì 13 febbraio la Cgil di Roma Sud Pomezia Castelli promuove a Pomezia un convegno dal titolo" Pomezia: Quali idee e risorse per uno sviluppo industriale sostenibile", ore 9,30 presso l’Hotel Enea, via del Mare ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

FILCAMS, FISASCAT, UILTUCS chiedono confronto con amministrazione di Pomezia su situazione delle farmacie comunale PDF Stampa E-mail

E’ DAVVERO IMPOSSIBILE GIUSTIFICARE LA TOTALE INDIFFERENZA DIMOSTRATA DALL’ATTTUALE  SINDACO DI
POMEZIA SULLE NUMEROSE RICHIESTE INOLTRATE DALLA FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTUCS UIL, SULLA NECESSITA’ DI 
CONFRONTARSI SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE FARMACIE COMUNALI SIA IN TERMINI DI QUALITA’ DI SERVIZI EROGATI
ALLA COMUNITA’,  CHE DI GESTIONE AMMINISTRATIVA ED ORGANIZZATIVA

 

 

NELLA MATTINATA DI LUNEDI’ 8 GIUGNO SI E’ TENUTO UN PRESIDIO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DIPENDENTI DELLA
SOC. POMEZIA SERVIZI SPA (SOCIO UNICO IL COMUNE DI POMEZIA) DEL SETTORE FARMACIE COMUNALI  SOTTO IL PALAZZO
COMUNALE, PER AVERE RISPOSTE TRASPARENTI E COMPIUTE  E PER SENSIBILIZZARE ANCORA UNA VOLTA QUESTA
AMMINISTRAZIONE COMUNALE SU  QUANTO SIA UTILE COINVOLGERE TUTTE LE PARTI INTERESSATE NELLA RICERCA DI POSSIBILI
SOLUZIONI VOLTE AL MIGLIORAMENTO DELLA GESTIONE E ALL’INDIVIDUAZIONE DI UN PIANO DI RILANCIO CERTO E  CONDIVISO.

LA FORTE PREOCCUPAZIONE NASCE DALLE ULTIME DICHIARAZIONI RESE IN SEDE DI INCONTRO CON IL PRESIDENTE DEL C.D.A.
DOTT. CIARLINI CHE, PUR NELLA DICHIARAZIONE DI VOLER  ATTUARE UNO PSEUDO PIANO INDUSTRIALE,  NON HA OMESSO DI DIRE CHE IL VERO SALVATAGGIO DELLE FARMACIE POTRA’ AVVENIRE UNICAMENTE PERCORRENDO UNA STRADA: L’ABBATTIMENTO DEI COSTI ATTRAVERSO UNA PROCEDURA DI LICENZIAMENTO DI PARTE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

TROVIAMO PREOCCUPANTE IL FATTO CHE IL DOTT. CIARLINI,  TECNICO VOTATO AL SALVATAGGIO DELL’AZIENDA FORTEMENTE
VOLUTO DA QUESTA AMMINISTRAZIONE , SINO AD OGGI DI FATTO NON HA PRODOTTO ALCUN DOCUMENTO UFFICIALE CHE
POSSA ESSERE RICONOSCIUTO COME UTILE AL RISOLLEVAMENTO DELLE CONDIZIONI DELLA PARTECIPATA ( A SUO DIRE IN PESSIME CONDIZIONI)  SE NON QUELLO DI LICENZIARE IL PERSONALE CHE PER ANNI HA PERMESSO ALLE FARMACIE DI SUPERARE
INNUMEREVOLI DIFFICOLTA’ CON LA PROPRIA PROFESSIONALITA’ ,  DISPONIBILITA’ E COMPETENZA.

VALE LA PENA RICORDARE CHE I MOTIVI DELLO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE INTERESSATO VANNO RICERCATI NEL
MANCATO RICONOSCIMENTO DELL’UNA TANTUM DERIVANTE DAL RINNOVO DEL CCNL DI SETTORE DEL 2014, CARENZA DEL
PERSONALE PER LA COPERTURA DELLE TURNAZIONI NOTTURNE E DIURNE - SPECIALMENTE NEL PERIODO ESTIVO, IMPOSSIBILITA’
DI SMALTIMENTO  FERIE E PERMESSI ARRETRATI A CAUSA DELLA CARENZA DEL PERSONALE CHE E’ APPENA SUFFICIENTE A
GARANTIRE LE APERTURE DELLE FARMACIE, INCERTEZZA SUL FUTURO OCCUPAZIONALE DEGLI ADDETTI DERIVANTE
DALL’ASSOLUTA MANCANZA DI INFORMAZIONI SUI FUTURI ASSETTI SOCIETARI DELLA STESSA.

PIU’ VOLTE NEGLI  ULTIME MESI ABBIAMO PRODOTTO UN INSIEME DI PROPOSTE E SUGGERIMENTI UTILI AL MIGLIORAMENTO
DELLA REDDITIVITA’ DELLE FARMACIE E SOPRATTUTTO ALL’EFFICIENTAMENTO DEL SERVIZIO AI CITTADINI. NON SONO MAI STATE PRESE IN CONSIDERAZIONE.

I DIPENDENTI DELLA POMEZIA SERVIZI SPA NON CI STANNO A PAGARE LO SCOTTO DI UNA GESTIONE CHE HA DIMOSTRATO DI
FATTO LA SUA INCAPACITA’, E  CHE ANCHE AL NETTO DELL’INCIDENZA DELLO STATO DI CRISI GENERALE DEL PAESE,  HA
CONTRIBUITO COME SETTORE A CONSOLIDARE E ADDIRITTURA MIGLIORARE IL  RISULTATO DI GESTIONE.  RITENIAMO
INDISPENSABILE NON DISPERDERE IL VALORE DELLE FARMACIE COMUNALI IN QUANTO PATRIMONIO PUBBLICO, E SOPRATTUTTO PERCHE’ RITENIAMO CHE PRIVATO NON SIGNIFICHI CERTAMENTE PIU’ EFFICIEZA E ATTENZIONE AI BISOGNI DELLA COLLETTIVITA’.

NON SI COMPRENDE PERCHE’ LA DIRIGENZA DELLA POMEZIA SERVIZI PARLI QUINDI DELLA NECESSITA’ DELL’ ABBATTIMENTO DEI
COSTI , TANTO DA ARRIVARE AL MANCATO PAGAMENTO DEGLI ISTITUTI CONTRATTUALI AI LAVORATORI, FERMO AL 2014, 
QUANDO IN REALTA’ NON CI SI CREANO POI ECCESSIVI SCRUPOLI QUANDO SI TRATTA DI AUMENTARE IL PROPRIO COMPENSO
(IL PRESIDENTE DEL CDA HA VISTO UN AUMENTO DEL PROPRIO COMPENSO LORDO PASSANDO DAI 27.000€  DEL 2014  AI 31.235,31 € DEL  2015.

CHIEDIAMO NUOVAMENTE AL SINDACO FUCCI, CHE DELL’ONESTA’,DELLA TRASPARENZA E DELLA BUONA AMMINISTRAZIONE HA
FATTO IL PROPRIO CAVALLO DI BATTAGLIA, DI INTERVENIRE IMMEDIATAMENTE RISPETTO AI FATTI SOPRA ESPOSTI E DI
CONVOCARE LE RAPPRESENTANZE DEI LAVORATORI INTERESSATI PER DISCUTERE NEL MERITO E DICHIARARE UNA VOLTA PER TUTTE QUALI SONO LE SUE REALI INTENZIONI.

DIVERSAMENTE, IL SILENZIO DI QUESTA AMMINISTRAZIONE NON POTRA’ CHE ESSERE INTERPRETATO COME UNA TOTALE CONDIVISIONE DELLE INIZIATIVE DELLA DIRIGENZA DELLA POMEZIA SERVIZI SPA, NEI CONFRONTI DELLA QUALE LE SCRIVENTI  A GIORNI INOLTRERANNO DEBITA COMUNICAZIONE SULLE FUTURE INIZIATIVE DI CARATTERE SINDACALE E LEGALE CHE INTENDERANNO ADIRE,SENZA ESCLUDERE AZIONI DI SCIOPERO  E NELLE QUALI LO RICORDIAMO IL COMMITTENTE NONCHE’ SOCIO UNICO VERRA’ OVVIAMENTE COINVOLTO.

Francesca Gentili segretario generale Filcams Roma sud pomezia castelli

Giovanna Catizzone Fisascat CISL Roma

Nunzio Nicotra Uiltucs Uil Roma