Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Dolciaria Antonelli. Presidio dei due lavoratori sospesi PDF Stampa E-mail

“L’11 dicembre è iniziato il presidio dei 2 operai sospesi in CIGS ILLEGITTIMAMENTE dall'azienda Dolciaria ANTONELLI Spa di Labico (RM) che è stata condannata il 31 ottobre scorso dal giudice del lavoro di Velletri a ripristinare il rapporto di lavoro e a risarcire il danno cagionato ai 2 operai da prima dell'estate del 2011, più le spese legali”.

 "I lavoratori - sostiene il segretario generale della FLAI Cgil, Moranti Gianfranco – hanno messo a disposizione sin da subito le loro energie chiedendo contestualmente il pagamento della retribuzione arretrata così come da sentenza, che ad oggi l’azienda non ha provveduto minimamente a rispettare. Dopo 30 mesi di Cassa Integrazione a zero ore senza rotazione - continua Moranti - mentre i loro colleghi hanno continuato a lavorare, è arrivata questa sentenza che ha restituito ai 2 operai la dignità. Ora però l’azienda deve rispettare la sentenza e farli tornare a lavorare”.

Per questo è iniziata la forma di protesta davanti la fabbrica e, così come avvenne tra aprile e maggio scorso, si sono presentati al presidio a loro fianco numerosi cittadini e rappresentanti politici locali e nazionali. Il nuovo presidio andrà avanti un paio di giorni, intanto la Flai Cgil a tutela dei 2 lavoratori ha dato mandato ai propri legali di procedere con la notificazione dell’atto di precetto ed in caso di mancato adempimento – fa sapere Moranti - si procederà alla fase esecutiva.

 

12-12-2013