Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Dolciaria Antonelli. Presidio dei due lavoratori sospesi PDF Stampa E-mail

“L’11 dicembre è iniziato il presidio dei 2 operai sospesi in CIGS ILLEGITTIMAMENTE dall'azienda Dolciaria ANTONELLI Spa di Labico (RM) che è stata condannata il 31 ottobre scorso dal giudice del lavoro di Velletri a ripristinare il rapporto di lavoro e a risarcire il danno cagionato ai 2 operai da prima dell'estate del 2011, più le spese legali”.

 "I lavoratori - sostiene il segretario generale della FLAI Cgil, Moranti Gianfranco – hanno messo a disposizione sin da subito le loro energie chiedendo contestualmente il pagamento della retribuzione arretrata così come da sentenza, che ad oggi l’azienda non ha provveduto minimamente a rispettare. Dopo 30 mesi di Cassa Integrazione a zero ore senza rotazione - continua Moranti - mentre i loro colleghi hanno continuato a lavorare, è arrivata questa sentenza che ha restituito ai 2 operai la dignità. Ora però l’azienda deve rispettare la sentenza e farli tornare a lavorare”.

Per questo è iniziata la forma di protesta davanti la fabbrica e, così come avvenne tra aprile e maggio scorso, si sono presentati al presidio a loro fianco numerosi cittadini e rappresentanti politici locali e nazionali. Il nuovo presidio andrà avanti un paio di giorni, intanto la Flai Cgil a tutela dei 2 lavoratori ha dato mandato ai propri legali di procedere con la notificazione dell’atto di precetto ed in caso di mancato adempimento – fa sapere Moranti - si procederà alla fase esecutiva.

 

12-12-2013