Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Dolciaria ANTONELLI Spa condannata ripristinare rapporto di lavoro per 2 operai sospesi PDF Stampa E-mail

L'azienda Dolciaria ANTONELLI Spa di Labico (RM) condannata a ripristinare il rapporto di lavoro e a risarcire il danno cagionato ai 2 operai sospesi in CIGS da prima dell'estate del 2011, più le spese legali”.

 

A darne notizia è il segretario generale della FLAI Cgil, Moranti Gianfranco.

I 2 operai iscritti alla FLAI - Giorgi Antonio e Tittozzi Alessandro che sono stati assistiti dall’ufficio legale della Cgil -, ad aprile scorso avevano organizzato un presidio permanente di protesta davanti l’azienda, a cui avevano partecipato alcuni esponenti politici tra cui anche l'On Renzo Garella, a loro sostegno.

La sentenza del Tribunale di lavoro di Velletri datata 31 ottobre 2013,  - aggiunge Moranti -  restituisce dignità ai 2 operai che da più di 2 anni sono sospesi in Cigs a zero ore senza rotazione, a seguito di un accordo sindacale non firmato dalla Flai Cgil perché ritenuto lesivo nei confronti dei propri iscritti e rappresentanti sindacali.

Già nel 2011 la Antonelli Spa è stata condannata per attività antisindacale dal tribunale di Velletri perché non riconosceva ai 2 lavoratori la designazione a rappresentanti sindacali della Flai Cgil, limitando di fatto la loro attività sindacale.

i 2 dipendenti che hanno sempre manifestato la volontà di tornare a lavorare chiedendo una distribuzione della CIGS più equa tra i dipendenti e  a rotazione, comunicheranno all’azienda l’applicazione della sentenza, la rimozione del provvedimento illegittimo e la messa a disposizione delle loro energie e della prestazione lavorativa.

 

Segretario Generale Flai Cgil Pomezia Castelli

Gianfranco Moranti

6-11-2013