Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Velletri, operaio travolto da crollo solaio. Cappucci:“Ennesima, intollerabile, morte sul lavoro” PDF Stampa E-mail

“Alla vigilia del primo maggio, Festa dei lavoratori, ci troviamo purtroppo a piangere ancora una volta un operaio morto sul lavoro”, è quanto afferma Giuseppe Cappucci, Segretario generale CdLT CGIL Roma Sud-Pomezia-Castelli, commentando la notizia che arriva da Velletri dove è crollato un solaio in uno stabile del centro in cui stavano lavorando degli operai.

Uno di loro è stato travolto dal crollo e i Vigili del Fuoco ne hanno estratto il corpo esanime dalle macerie. “Auspichiamo che non ci siano altre vittime, ma i Vigili del Fuoco sono ancora a lavoro – prosegue Cappucci - Questa è l’ennesima tragedia che si registra nel nostro territorio, una morte ingiustificata ed intollerabile, come tutte le morti sul lavoro. Quella della sicurezza rimane un’emergenza a cui non sono state date ancora risposte adeguate”.

“Non si può più rimandare! Le istituzioni, il governo appena costituito e la nuova amministrazione del Lazio, così come tutti i soggetti coinvolti, sono chiamati in campo per intervenire una volta per tutte con misure serie ed immediate, perché non si continui a morire di lavoro”, conclude Cappucci, esprimendo il cordoglio suo e della Camera del Lavoro ai familiari dell’operaio che ha perso la vita.

 

30-04-2013