Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Velletri, operaio travolto da crollo solaio. Cappucci:“Ennesima, intollerabile, morte sul lavoro” PDF Stampa E-mail

“Alla vigilia del primo maggio, Festa dei lavoratori, ci troviamo purtroppo a piangere ancora una volta un operaio morto sul lavoro”, è quanto afferma Giuseppe Cappucci, Segretario generale CdLT CGIL Roma Sud-Pomezia-Castelli, commentando la notizia che arriva da Velletri dove è crollato un solaio in uno stabile del centro in cui stavano lavorando degli operai.

Uno di loro è stato travolto dal crollo e i Vigili del Fuoco ne hanno estratto il corpo esanime dalle macerie. “Auspichiamo che non ci siano altre vittime, ma i Vigili del Fuoco sono ancora a lavoro – prosegue Cappucci - Questa è l’ennesima tragedia che si registra nel nostro territorio, una morte ingiustificata ed intollerabile, come tutte le morti sul lavoro. Quella della sicurezza rimane un’emergenza a cui non sono state date ancora risposte adeguate”.

“Non si può più rimandare! Le istituzioni, il governo appena costituito e la nuova amministrazione del Lazio, così come tutti i soggetti coinvolti, sono chiamati in campo per intervenire una volta per tutte con misure serie ed immediate, perché non si continui a morire di lavoro”, conclude Cappucci, esprimendo il cordoglio suo e della Camera del Lavoro ai familiari dell’operaio che ha perso la vita.

 

30-04-2013