Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Pomezia. Annunciata la chiusura del sito Selex Galileo PDF Stampa E-mail

La Fiom Roma Sud-Pomezia-Castelli esprime grande preoccupazione riguardo all’annuncio, ad opera della Selex ES, della chiusura entro l’anno dello stabilimento ex Selex Galileo di Pomezia. La chiusura rientrerebbe nella riorganizzazione avviata a livello nazionale dalla Selex ES che riunisce Selex Galileo, Selex Elsag e Selex Sistemi integrati, aziende del gruppo Finmeccanica operanti nel settore dell'elettronica per la Difesa e la Sicurezza.

 

Attualmente nel sito di Pomezia lavorano circa 460 addetti che probabilmente saranno trasferiti in altri siti fra Pomezia, Roma e Latina, mentre per 75 di essi sarebbe prevista la possibilità di una mobilità su base volontaria. Ma insieme al problema occupazionale bisogna sottolineare l’impoverimento industriale che il territorio di Pomezia sta vivendo, con la perdita di importanti aziende e stabilimenti, anche fra i comparti della farmaceutica e dell’elettronica, finora poli di eccellenza e qualificanti per il territorio. Sembra poi incomprensibile la chiusura dello stabilimento ex Galileo, uno dei più efficienti, che vanta parametri di produzione e attività completamente in linea con gli obiettivi generali fissati dal gruppo.

 

15-04-2013