Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Cappucci: “Sede MIUR Monte Porzio. Domani manifestazione dei lavoratori dei servizi a difesa del posto” PDF Stampa E-mail

“Siamo in allarme per i 10 lavoratori che rischiano il posto– afferma Giuseppe Cappucci, Segretario della Cgil Roma Sud-Pomezia-Castelli -  e che domani parteciperanno alla manifestazione indetta dalla Filcams alle 9.30 davanti alla sede distaccata del MIUR a Monte Porzio Catone, in via Maremmana Superiore.

Qui, infatti, c’è stato un cambio della ditta che si occupa dei servizi, con la nuova azienda che avrebbe dovuto riassumere tutti i lavoratori con il contratto multiservizi a tempo indeterminato. Invece sono stati riassunti solo alcuni lavoratori e per giunta con contratto a termine, mentre per gli altri ci sarà il licenziamento. Un comportamento che viola tutte le norme sui contratti e gli appalti e che si ripercuote sulla pelle di lavoratori che hanno alle spalle anni di servizio. La posizione della ditta appaltatrice è vergognosa e pensiamo che su questo dovrebbero intervenire le istituzioni ed il committente stesso, il Ministero dell’Istruzione, che dovrebbe vigilare sulla condotta delle aziende a cui affida degli appalti. E’ importante quindi supportare la protesta di questi dipendenti, che chiedono solamente di poter continuare a svolgere il proprio lavoro e di veder tutelati i propri diritti”.

 

 

09-01-2013