Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Gruppo Italiani Vini,riorganizzazione su tutti i siti. Cappucci:“bisogna salvaguardare l’occupazione”. Moranti:“risorse umane già all’osso” PDF Stampa E-mail

“Ci sembra allarmante l’intenzione del Gruppo Italiani Vini di operare una riorganizzazione dell’azienda tesa a contenere i costi del personale in tutta Italia – dichiara in una nota Giuseppe Cappucci, Segretario Generale della Cgil Roma Sud-Pomezia-Castelli- Dopo la chiusura del sito di Tor Vergata, con la messa in Cigs di vari lavoratori, ora temiamo anche per il sito Monte Porzio e chiediamo la tutela dell’occupazione in tutti gli stabilimenti del gruppo”.

 

A Monte Porzio i dipendenti di Fontana Candida sono preoccupati dalla comunicazione dell’azienda di non voler discutere della piattaforma integrativa di tutto il Gruppo. “La Segreteria e le rappresentanze sindacali del sito esprimono un duro giudizio in merito a tale comunicazione prendendone la totale distanza – spiega Moranti Gianfranco, Segretario Generale della Flai Cgil Territoriale - infatti il sito di Monte Porzio è già alla stretta, le risorse umane sono ridotte all’osso, sia nel settore impiegatizio che nell’area produttiva, e l’organizzazione aziendale attuale farebbe presupporre l’utilizzo di risorse aggiuntive. Tra qualche mese inizierà la campagna vendemmiale e la situazione sarà ancora più al limite, per questo abbiamo richiesto alla direzione Fontana Candida di impiegare anche le figure attualmente sospese in Cigs appartenenti al sito di Tor Vergata. Ci auguriamo che la Direzione del G.I.V. possa rivedere la propria posizione, altrimenti troverà la nostra netta contrarietà sulle scelte annunciate” conclude Moranti, ricordando che nel Lazio il Gruppo Italiano Vini ha già effettuato una drastica riduzione dei costi del personale.

 

26-06-2012