Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Formazione di genere. Il 3 e 4 aprile si terrà il secondo modulo del corso PDF Stampa E-mail

Dopo le due giornate di febbraio la Formazione di Genere riprende con il secondo modulo del corso dedicato alle compagne delle Categorie e dei Servizi. Martedì 3 e mercoledì 4 aprile si svolgeranno infatti gli ultimi incontri previsti, presso il Ristorante La Rosa dei Venti (Velletri), dalle ore 9.00 alle ore 16.30.

Anche per il secondo modulo si prevede una partecipazione entusiasta delle compagne che, nelle giornate di febbraio, hanno preso parte attiva alle lezioni, dimostrando grande interesse ed impegno.

PROGRAMMA DEL II MODULO:

La crisi economica in prospettiva di genere
L’obiettivo di questa prima parte del corso è di riflettere se vi sia la possibilità che i valori ed i criteri che hanno animato fino ad oggi l’azione delle donne possano entrare nel dibattito e nelle equazioni economiche
Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro
L’inclusione delle donne nel mercato del lavoro è solo un problema di conciliazione tra tempi di vita e lavoro, cioè un affare di donne?
La cultura di genere nella contrattazione collettiva e sociale territoriale
I bilanci di genere
L’obiettivo è quello di sviluppare la consapevolezza che gli attuali sistemi aziendali ed istituzionali e le relative culture sottese, non sono adeguati né all’articolazione odierna della forza lavoro, né alla complessità della società, né alle sfide future