Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Appia Bis, Cappucci: “Decine di posti di lavoro a rischio per un opera che coinvolge 100mila cittadini” PDF Stampa E-mail

Il segretario generale della CdLT di Pomezia-Castelli-Colleferro-Subiaco, Giuseppe Cappucci, ha partecipato alla manifestazione dei lavoratori del cantiere Appia Bis, licenziati dalla ditta appaltatrice Tacaro poco prima di Natale.

La protesa, organizzata dalla Fillea Cgil, è stata seguita in diretta dalla trasmissione di Rai3“Buongiorno regione”, a cui hanno partecipato anche sindaci di Albano (Marini), Ariccia (Cianfanelli), Genzano (Gabbarini), e l’assessore ai Lavori pubblici della Regione (Marcotti). “A questo cantiere lavorano circa 80 dipendenti che si trovano ad aver perso il lavoro, con la ditta che ha negato loro la possibilità della cassintegrazione – ha dichiarato Cappucci -  Bisogna dare risposte a questi lavoratori, bisogna aprire un tavolo fra azienda, sindacati ed istituzioni, la Regione non può rimanere in silenzio davanti a decine di posti a rischio. Inoltre è evidente l’importanza della tangenziale dei Castelli che coinvolge i 100 mila abitanti della zona e rischia di restare un’altra delle grandi opere incomplete”.

 

17-01-2012