Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Operaio resta ferito alla Fiorucci di Pomezia. Cappucci: “Incidente gravissimo in un reparto appaltato a ditta esterna” PDF Stampa E-mail

“Un operaio di circa 28 anni, originario di Napoli, è rimasto gravemente ferito mentre stava lavorando presso lo stabilimento Fiorucci di Pomezia, in un reparto appaltato ad una ditta esterna. Il giovane è rimasto incastrato con una mano in un’impastatrice per lavorare l’emulsione della mortadella. Vigili del Fuoco e 118 hanno impiegato più di un’ora per liberare l’operaio, trasportato poi da un’eliambulanza a Roma”, lo si apprende da una nota della Cgil-Cdlt del Comprensorio Pomezia-Castelli-Colleferro-Subiaco.

 “E’ un incidente gravissimo che avviene in un reparto che fu dato in appalto ad una ditta esterna anni fa, tramite un accordo sindacale che la Cgil non firmò – afferma Giuseppe Cappucci, segretario generale della Cgil del Comprensorio Pomezia-Castelli-Colleferro-Subiaco - Vogliamo anche sottolineare che nel giugno 2009, nello stesso reparto, ci fu un incidente simile e che un delegato della Cgil fu licenziato per aver denunciato il fatto. Non possiamo rimanere in silenzio davanti ad episodi così tragici, la sicurezza dei lavoratori deve essere una priorità. Siamo vicini al giovane operaio, che rischia di perdere una mano, e ci auguriamo vengano chiarite al più presto la dinamica dell’incidente e le responsabilità”.

23-11-2011