Primo piano

Ancora roghi a Pomezia

Un altro incendio , ancora fiamme che distruggono merci, imballaggi, automezzi e documenti cartacei a Pomezia. E’ accaduto di nuovo ieri notte, con l’azienda chiusa per la festività, presso il deposito della ditta di autolinee ...

Leggi tutto...

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Fiom: 21 ottobre manifestazione lavoratori Fiat e Fincantieri PDF Stampa E-mail

Il 21 ottobre sciopero di 8 ore e manifestazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori FIAT e Fincantieri. La manifestazione si svolgerà a Roma a Piazza del Popolo dalle ore 9,30.
Alla base della protesta prevista per venerdì 21 ottobre, ha spiegato il Segretario Generale della FIOM CGIL, Maurizio Landini, “vi è la richiesta di una politica industriale che nel nostro paese non esiste. Mettere insieme Fincatieri e FIAT ha un significato ben preciso che è quello di denunciare che non esiste una politica industriale nel nostro paese e che, per questo, dobbiamo rivendicarla”. In particolare, per quanto riguarda Fincantieri, il leader delle tute blu della CGIL ha evidenziato come “i problemi ci sono tutti. Non esiste – ha detto - un piano industriale del gruppo ma, nel frattempo, l'azienda vuole definire gli esuberi cantiere per cantiere. Questo è inaccettabile e se Fincantieri continuerà a svolgere i suoi incontri sui carichi di lavoro stabilimento per stabilimento, questa è una buona ragione in più per proclamare lo sciopero”. La FIOM, infatti, ha ricordato Landini, chiede da mesi l'apertura di un tavolo nazionale sul nuovo piano industriale di Fincantieri e, ha proseguito “l'annuncio del ministro Romani di voler convocare un incontro per i primi di novembre è per noi un punto importante”.