Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

INVALSI. DOMANI PRESIDIO SOTTO IL MIUR PDF Stampa E-mail

I lavoratori dell'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, INVALSI, terranno domani, giovedì 21 aprile, un presidio di protesta sotto la sede del MIUR.

Le dimissioni del Presidente dell’INVALSI, Dott. Piero Cipollone, e la scadenza del Comitato di Indirizzo dell’Ente hanno messo nuovamente l’INVALSI in una situazione di forte criticità e di incertezza di governo. L’INVALSI è un Ente di Ricerca chiamato da anni dallo stesso MIUR a svolgere attività di notevole rilievo per il sistema di istruzione e formazione.Sempre più scarse sono però le risorse finanziarie disponibile e gravi le condizioni di precarietà della maggior parte del personale. Infatti sono in scadenza i numerosi contratti dei lavoratori precari, che nel corso degli ultimi 12 anni hanno consentito e garantito lo svolgimento delle attività istituzionali dell’Ente, e non è sostenibile portare avanti un Istituto nazionale di ricerca con i soli 22 lavoratori stabili. Tutto il personale (ricercatori, collaboratori tecnici e amministrativi) è entrato in stato di agitazione.
Domani 21 aprile 2011 i lavoratori dell’INVALSI si sono dati appuntamento davanti al MIUR per richiedere un tempestivo intervento del Ministero, volto a garantire non solo l’operatività ma anche il pieno sviluppo dell’Ente.
Punti fondamentali, sui quali si richiedono garanzie e risposte, appaiono:
1) misure straordinarie per la stabilizzazione del personale precario
2) l’adeguato sostegno finanziario
3) la rapida definizione di un nuovo organo di governo dell’Ente
4) il rispetto della terzietà e dell’autonomia come Ente Pubblico di Ricerca.

 

FLC CGIL, FIR Cisl, UIL Rua scrivono al Ministro per chiedere un incontro sul futuro dell'INVALSI.

Per saperne di più:

http://www.flcgil.it/ricerca/invalsi-si-dimette-il-presidente-cipollone-gravi-ripercussioni-sul-futuro-dell-ente-a-rischio-i-numerosi-precari.flc