Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Carcere Velletri. Cappucci, suicidio colpa delle condizioni invivibili causate da sovraffollamento e tagli al personale PDF Stampa E-mail

“Il suicidio avvenuto nel carcere di Velletri lo scorso 14 febbraio è un fatto che ci lascia sgomenti e pone in maniera drammatica e violenta quello che è il reale problema del Carcere di Velletri:...

il sovraffollamento è la vera emergenza, come anche denunciato dal Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni. Una situazione più volte denunciata anche dai sindacati”. Lo dichiara Giuseppe Cappucci, segretario generale della Cgil-Cdlt del Comprensorio Pomezia-Castelli-Colleferro-Subiaco. “Il carcere di Velletri realizzato per contenere circa 200 persone, da mesi ne ospita circa 150 in più, una situazione di collasso che riguarda tanto gli operatori quanto i detenuti, che, come ovvio, già vivono una situazione di difficoltà e debolezza. Le carenze di personale di polizia penitenziaria hanno reso impossibile l’apertura del nuovo padiglione, già realizzato da tempo e pronto a contenere 200 persone. È evidente che i tagli su tutto il personale, dagli agenti di polizia penitenziari agli psicologi, rendono sempre più difficile le condizioni di vita dei detenuti e di lavoro degli operatori”. 

 

16-2-2011