Primo piano

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola

News image

Il diritto al lavoro, il dovere della salute, sul posto di lavoro, nella città, nella scuola. E anche a Pomezia Incontro organizzato dalla Camera del Lavoro e la FLC Roma Sud Pomezia Castelli con gli s...

Leggi tutto...

" Pomezia: Quali idee e risorse per uno sviluppo industriale sostenibile" - 13 febbraio Hotel Enea

Martedì 13 febbraio la Cgil di Roma Sud Pomezia Castelli promuove a Pomezia un convegno dal titolo" Pomezia: Quali idee e risorse per uno sviluppo industriale sostenibile", ore 9,30 presso l’Hotel Enea, via del Mare ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

Una iniziativa concreta della Flc-Cgil a favore dei precari della Scuola, dell’Universita’ e della Ricerca PDF Stampa E-mail

La Federazione dei lavoratori della conoscenza della Cgil ha promosso una vertenza legale nazionale in favore dei precari dei settori Scuola statale, Università e Ricerca, per ottenere, per chi ha determinati requisiti, la trasformazione dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato.
Per evitare strumentalizzazioni, abbiamo assunto questa iniziativa di tipo legale destinandola solo a coloro che posseggono i seguenti requisiti:
• aver maturato tre anni di servizio nel comparto di riferimento;
• possedere i requisiti necessari richiesti dalla legge o dal Ccnl per ottenere l'incarico o l'assunzione a tempo indeterminato nel comparto di appartenenza (ad esempio: per la scuola, essere inseriti nella graduatoria ad esaurimento per i docenti o nella 24 mesi per gli ata).
Trattandosi di una vertenza molto complessa i cui esiti non sono certi perché allo stato attuale i pronunciamenti positivi emessi dal giudice di primo grado sono pochi, abbiamo deciso di promuovere questa vertenza fissando criteri ben definiti.
Non intendiamo strumentalizzare (come altri stanno facendo) questa vicenda e soprattutto non intendiamo speculare (anche economicamente) sulle legittime aspettative dei lavoratori precari e pertanto i nostri uffici legali verificheranno caso per caso il possesso dei requisiti. Vogliamo evitare di esporre i lavoratori a successivi giudizi negativi e pertanto il possesso dei requisiti è indispensabile per dimostrare davanti al giudice che non c'è nessuna lesione del principio di selettività previsto dall'art. 97 della Costituzione.
I lavoratori precari dei settori suddetti interessati alla vertenza possono venire nelle nostre sedi di consulenza, nei giorni stabiliti, per verificare le condizioni ed, eventualmente, per procedere nella vertenza.

 

10-1-2011