Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

La CdLT il 15 giugno organizza a Colleferro un incontro pubblico sulla Carta dei Diritti PDF Stampa E-mail

La CGIL Roma Sud Pomezia Castelli organizza per mercoledì 15 giugno 2016, alle ore 17.00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Colleferro, in P.zza Italia, un incontro pubblico sulla Carta dei Diritti Universali del Lavoro.

 

 

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Colleferro, si inserisce in una fase di mobilitazione straordinaria per la raccolta firme lanciata dalla CGIL a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per un nuovo statuto dei lavoratori e dei quesiti referendari a sostegno della proposta di legge stessa, su lavoro accessorio, licenziamenti e normativa sugli appalti.
La CdLT è impegnata nella raccolta firme con numerosi banchetti su tutto il territorio e con incontri, come quello in programma mercoledì e quello già tenutosi a Carpineto Romano, volti ad informare ed approfondire i punti della carta dei Diritti.
Introdurrà il dibattito Silvia Ioli, Segretaria Generale della Camera del Lavoro,
interverranno il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati. Sono inoltre stati invitati ad intervenire amministratori ed associazioni del territorio.
Concluderà i lavori Claudio Di Berardino, Segretario Generale della CGIL di Roma e Lazio.

 

13/06/2016