Primo piano

Il Centro Meta rischia di chiudere.CdLT "tutelare questo spazio di aggregazione e l'occupazione"

Ci giunge notizia che il Centro di Aggregazione giovanile Meta, attivo da quasi 20 anni  nel territorio del  VII Municipio , nei pressi del Parco della Caffarella ,ha cessato in questi giorni, forse in via ...

Leggi tutto...

CdLT: “Incendio Eco X. Servono risposte e presa di responsabilità da parte delle istituzioni preposte”

Quanto dovremo aspettare ancora? Quando i cittadini di Pomezia potranno vedere finalmente il loro territorio libero dai rischi di contaminazione, di inquinamento, di avvelenamento? L’incendio e il successivo disastro ambientale prodottosi il 5 maggio u.s. ...

Leggi tutto...

MORE_IN: Primo piano

POMEZIA: Sciopero e SIT in per la DIMA CON non paga PDF Stampa E-mail

Nonostante una lunga trattativa e il senso di responsabilità espresso dai lavoratori dell’impresa DI.MA. Costruzioni di Pomezia, gli impegni assunti dal proprietaro, il Sig. DI Mario Raffaele, di pagare entro il 5 novembre gli stipendi di settembre e gli straordinari lavorati ad agosto, ad oggi nessun pagamento è stato effettuato.


“Abbiamo aperto una lunga trattativa, iniziata a fine Luglio, con lo scopo di risolvere i problemi finanziari della DI.MA Costruzioni, ed evitare che il peso di tale crisi ricadesse esclusivamente sulle spalle dei lavoratori”.


Queste sono le dichiarazioni del segretario della FILLEA CGIL di Roma e Lazio, Marco Carletti  che continua: “Nonostante che i lavoratori riuniti in assemblea abbiano accettato una dilazione del pagamento dei propri salari, l’azienda è venuta meno agli impegni assunti. Il 5 Novembre l’azienda avrebbe dovuto pagare gli stipendi di settembre e gli straordinari lavorati ad agosto e settembre per circa 140 operai, tale impegno non è stato mantenuto dall’azienda.

La proprietà, nella persona di Di Mario Raffaele, soltanto venerdì scorso e soltanto dietro nostra sollecitazione ha comunicato di non poter onorare la parola data e di non sapere quando poter saldare il debito verso i dipendenti.

Le organizzazioni sindacali, ma ancor prima e ancor di più i dipendenti, non possono più aspettare e hanno indetto lo stato di agitazione con 3 giorni di sciopero, articolate e modulate nei prossimi 10 giorni e di organizzare un sit-in di protesta presso il Comune di Pomezia per il giorno 11/11/2009".

Nello stesso giorno sono indette le prime 8 ore di sciopero.


Ufficio Stampa Fillea CGIL Roma e Lazio

Francesca Marrucci

lunedì 9 novembre 2009